Page 8 - N. 111 - 2018
P. 8

cover story

             SI STAVA MEGLIO QUANDO.../5 Tarcisio Regazzetti, primo presidente della Cassa rurale di Casale Cremasco


             «E un giorno mi


             dissero: lo farai



             tu il presidente



             della nostra banca»




             Era un giorno di primavera del 1964. Lui stava dipingendo i muri    mani, quelle di Lucini che considera-
             esterni della Galbani con altri colleghi. Aveva solo la licenza     vo un grande direttore di banca. Il
                                                                                 mio compito, alla fine, è risultato più
             elementare. Fantascienza? No. L’istituto nacque per battere tutti   facile del previsto».
             sul tempo: spirito di iniziativa e grande fiducia degli uni verso gli  Quando si riuniva il Cda della
                                                                                 banca? «Una volta al mese, e non
             altri. Così è nata quell’Italia che non voleva più trovarsi in miseria.  prendevamo una lira di compenso. Si
                                                                                 andava in gita una volta l’anno ed
                    nche questa che vi stiamo per
             A    raccontare è una storia che po-  fermare se le voci dell’apertura di una  eravamo tutti contenti. E non vennero
                                               banca a Casale fosse vera o no, lui ta-
                                                                                 mai traditi i principi sui quali si fon-
                  teva succedere solo 50 anni. Ma
                                               gliò corto, e alzando la voce ci disse:
                                                                                 dava la Cassa rurale, cioè correttezza,
                  quello che si vuole sottolineare  “Qui la banca la apro prima io”. E ci  collaborazione, trasparenza nelle atti-
             è il grande spirito di iniziativa e la fi-  ha chiesto: “Chi ha dei locali da affit-  vità e nelle relazioni, e sostegno alla
             ducia gli uni verso gli altri che anima-  tarmi?”. Gli ha risposto un mio com-  crescita del tessuto imprenditoriale di
             vano i protagonisti di una vicenda che  paesano che era lì vicino e faceva  aziende medio-piccole e delle fami-
             oggi sembrerebbe di fantascienza.  l’elettricista di mestiere: “Conosco  glie del territorio».
               Dunque, Tarcisio Regazzetti, che  un tale che ha due locali liberi in via
             oggi ha 87 anni, nel 1964 ne aveva  Roma”».                          curiosità
             solo 31 di anni e lavorava alla Galba-  La storia continua così. «Lucini ha
             ni di Casale Cremasco (c’è rimasto  chiesto di vederli subito. Gli andava-  Le quattro Italie
             per 43 anni); il suo incarico era quel-  no bene» ricorda Regazzetti. Lui, poi,
             lo di fare la manutenzione. A quei  mi guarda e mi dice: «Tu Regazzetti    della ricchezza
             tempi, il direttore della Cassa rurale  farai il presidente della Cassa rurale
             di San Bernardino (una frazione di  di Casale Cremasco-Vidolasco, e    Un’Italia divisa in due (o meglio
             Crema), Giambattista Lucini, gira-  adesso andiamo a cercare gli altri so-  in quattro) che continua a marciare
             va in macchina per i paesi del Crema-  ci”. Ho provato a tirarmi indietro:  a doppia velocità.
             sco a fare raccolta diretta. In poche  «Non so niente di banche e conti, ho  La ricchezza delle famiglie ita-
             parole, entrava nelle case, si faceva  fatto solo la quinta elementare...”.  liane, che ammonta complessiva-
             consegnare i soldi dietro ricevuta e li  Non c’è stato verso. Ho dovuto fare il  mente a oltre quattromila miliardi,
             depositava nella cassaforte della ban-  presidente. Abbiamo iniziato in 11  infatti, è concentrata per il 62% nel
             ca. Tutto regolare.               soci: operai, contadini, qualche arti-  Nord e solo per il 38% nel Centro,
               Ma sentiamo direttamente da Tar-  giano. Lucini aveva fretta per la paura  Sud e Isole. Le differenze sono an-
             cisio Regazzetti che cosa è successo  che stesse per aprire la Cassa di ri-  cora più marcate nel reddito nazio-
             quella mattina di primavera del 1964.  sparmio delle Provincie lombarde.  nale pro capite: 34.200 euro (Nord
             «A quei tempi» racconta, «girava vo-  Per partire ci volevano 500mila lire,  Ovest), 33.200 (Nord Est), mentre
             ce da giorni che a Casale la Cassa di  quindi ogni socio doveva sborsare  si abbassa sotto i 30mila nel Cen-
             risparmio delle Provincie lombarde  50mila lire. Raccolti i soldi, è nata la  tro Italia e fino a 18 mila nelle Iso-
             voleva aprire uno sportello. Lucini si  banca. Era il 1964». Lo sportello ini-  le. Una diversità che mostra ancor
             è precipitato in paese per verificare se  ziò l’attività in via Roma 21, con un  di più il differente contributo alla
             le voci erano fondate e si è fermato  solo dipendente: Gianfranco Pan-  crescita dei diversi territori dell’I-
             con la macchina davanti a me e ad al-  zetti.                        talia. Nel 2017, nel Nord Ovest ed
             cuni altri operai, mentre stavamo ver-  Regazzetti, non aveva alcun ti-  Est, il Pil è aumentato dell’1,8%,
             niciando i muri esterni della Galbani.  more nel fare il presidente di una  mentre il Centro ha partecipato al-
             Eravamo quasi tutti correntisti della  banca? «Certo che qualche mal di  la crescita solo per lo 0,9%, (il nu-
             Cassa rurale di Sergnano e Lucini lo  pancia mi è venuto. Ogni tanto mi di-  mero peggiore) mentre il Sud e le
             conoscevamo bene, come lui cono-  cevo: speriamo che non capiti niente.  isole hanno totalizzato l’1,4%.
             sceva noi. Poiché non sapevamo con-  Però, insomma, mi sentivo in buone


             8 • Mondo Business - n. 111 - 2018
   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13