Page 7 - N. 111 - 2018
P. 7

cover story

             SI STAVA MEGLIO QUANDO.../4 Mario Lunghi direttore della Cassa rurale di S.Maria dagli anni Trenta al boom


             Il figlio, don Marco: «Salvò famiglie,



             artigiani e commercianti dalla miseria»




             «Di sera, a cena, cominciava                                                   Poi la seconda Guerra
             il via vai di povera gente che                                               Mondiale. Tempi difficili.
                                                                                          «La gente apprezzava mio
             veniva a chiedere in prestito                                                papà, un uomo sincero e
             i soldi per aprire micro attività                                            pio. Alla sera, a casa no-
                                                                                          stra, c’era sempre un via
             o per pagare i debiti. I piccoli                                             vai di povera gente che
             imprenditori erano molto                                                     veniva a chiedere sodi in
                                                                                          prestiti per sposare i figli,
             rispettati perché, assumendo                                                 per aprire una piccola atti-
             gente a bottega, potevano                                                    vità, per pagare i debiti.
                                                                                          Mio papà era disponibile
             sfamare tantissime bocche».                                                  a riceve tutte queste per-
                                                                                          sone che arrivavano an-
             S   ono ancora tanti quelli che si ri-                                       che sotto l’acqua e la ne-
                                                                                          ve. Finchè vivrò, non po-
                 cordano di Mario Lunghi, il
                 direttore della Cassa rurale di
                                                                                          trà mai dimenticare que-
                 S. Maria della Croce. Lo ricor-  vandai, cioè dei micro imprenditori  gli sguardi pieni di tristezza e di spe-
             dano artigiani e piccoli commercian-  che lavavano la biancheria dei nobili  ranza e quelle facce di umanità sem-
             ti. E i figli di questi micro imprendi-  e dei borghesi cremaschi, le tovaglie  plice e dignitosa. I piccoli imprendi-
             tori per averne sentito parlare in casa  delle trattorie e le lenzuola degli  tori erano molto rispettati perché po-
             dai loro genitori.                ospedali lungo via Mulini (chiamata  tevano dare lavoro e sfamare tante
               Certo, erano altri tempi con altre  così per la presenza dei mugnai) che  bocche».
             regole. Ma quel che vogliamo qui  aveva fossi su entrambi i lati della  Infine il Dopoguerra. «Noi semi-
             sottolineare era lo stato d’animo che  strada. Questi lavandai avevano gua-  naristi tornavamo a casa per le va-
             permeava i rapporti tra le famiglie,  dagni superiori a quelli dei contadi-  canze di Natale. Mi ricordo i bilanci
             gli artigiani e le piccole banche di  ni, così come i mugnai erano diven-  di fine anno della banca che doveva-
             quartiere. Insieme hanno saputo su-  tati dei “possidenti”. Nello stesso  no essere chiusi il 31 dicembre. Ve-
             perare momenti difficili. Non vo-  quartiere abitavano operai della Fer-  nivo assoldato anche se in matemati-
             gliamo scrivere un articolo da libro  riera e alcuni liberi professionisti  ca non ero una cima, ma per fare
             «Cuore», ma ricordare che ci sono  che, probabilmente, erano anche an-  somme e sottrazioni, insomma, ci ar-
             comportamenti (solidarietà e onestà)  ticlericali. Da qui le frizioni».  rivavo anch’io. Si trascorreva
             che sono validi in ogni tempo.      Suo padre, diceva, aveva fatto le  l’ultimo giorno dell’anno a fare i
               Per saperne di più di Mario Lun-  elementari. Come poteva dirigere  conti. Lo stesso succedeva nelle altre
             ghi, ne abbiamo parlato con il primo  una banca? «La banca era situata in  Casse rurali».
             dei suoi nove figli, don Marco Lun-  un locale della casa parrocchiale.  Don Marco Lunghi ricorda anche
             ghi, docente di antropologia cultura-  Erano gli anni Trenta. A Santa Maria  le tradizionali visite («una volta
             le alla Cattolica, direttore di «Insula  era venuto ad abitare con la famiglia  l’anno») degli ispettori di Banca
             Fulcheria». Ci ha raccontato: «Ho  a casa di una nobile, Antonietta Do-  d’Italia. «Papà non ha mai avuto un
             vissuto di riflesso quanto accadeva  nati, diventando amministratore dei  problema con la Vigilanza, ma in
             alla banca perché a quei tempi fre-  suoi beni, Lelio Frezza, un ufficiale  quei due o tre giorni di ispezione, in
             quentavo il seminario, e i seminaristi  che aveva fatto la guerra ’15-‘18.  casa scendeva il silenzio».
             non erano molto presenti nelle loro  Frezza aveva la conoscenza in quella  Finita la seconda guerra mondiale,
             famiglie. La mia, di famiglia, era  che oggi chiamiamo la business ad-  «ci fu un salto di qualità» nel picco-
             molto religiosa, legata alla parroc-  ministration. Aveva fondato anche  lo istituto di credito grazie anche «a
             chia. Erano i tempi dei “masaniei”».  una fabbrica di ferri di cavallo. Frez-  mio fratello Domenico che aveva
               Ma che personaggio era sua pa-  za lo istruisce e papà impara. Nel  fatto le Commerciali, mentre la ban-
             dre? «Era un buon ragazzo che ave-  frattempo sempre mio padre aveva  ca si trasferì in una villetta su via
             va una buona testa, nonostante i suoi  conosciuto un altro personaggio, Ri-  Bergamo. Fu il boom. I clienti arri-
             studi non fossero andato oltre le ele-  no Rocca, direttore della Cassa rura-  vavano da Crema e dai paesi vicini
             mentari. Era nato nel 1904 e aveva  le di Capralba, che aveva una prepa-  Vennero assunti dei collaboratori.
             sposato mia mamma, figlia di un   razione specifica avendo frequentato  Anche per me, l'esperienza della
             mugnaio. Era un quartiere turbolen-  quelle che un tempo si chiamavano  banchèta mi insegnò molto dal punto
             to quello di S. Maria. C’erano i la-  le “Commerciali”».            di vista umano.».

                                                                                      Mondo Business - n. 111 - 2018 • 7
   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12